X

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum

La Convenzione con l'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

  • 0€ Donati
  • Obiettivo

la Convenzione tra Associazione Bianca Garavaglia e Istituto Nazionale Tumori di Milano

La Convenzione tra l’Associazione Bianca Garavaglia Onlus e la Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano esprime un progetto condiviso che integra attività di ricerca di base, clinica e traslazione, senza tralasciare gli aspetti legati all’assistenza e alla cura.

La nuova Convenzione 2018-2020

E’ stata siglata nell’aprile del 2018 la nuova Convenzione triennale con l’ Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Tre le principali aree di intervento:

  1. Ricerca Preclinica e Traslazionale
  2. Ricerca Clinica
  3. Assistenza e Cura

Ricerca clinica

Rientrano in quest’area le attività correlate a studi clinici e osservazionali di cui i medici della s.c. Pediatria Oncologica della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano sono coordinatori nazionali. Si elencano di seguito i protocolli di potenziale apertura:

Neoplasie del sistema nervoso centrale

Medulloblastoma ad alto rischio: questa categoria include i pazienti con metastasi, con residuo post-operatorio di malattia, con istologia e o biologia sfavorevoli, non p53 mutati né WNT attivati con residuo e/o metastasi Sponsor nazionale: INT, PI D.ssa Maura Massimino 20/pazienti anno con arruolamento di 5 anni in 16 centri Sono inoltre necessari i mantenimenti dei protocolli già aperti (DIPG, medulloblastoma a rischio standard, ependimoma), in particolare lo studio nazionale su DIPG per cui occorre mantenere l’uso del server radiologico di Mainz, e la consulenza della neuroradiologa per la centralizzazione e revisione delle immagini.

Sarcomi delle parti molli

EpSSG (European pediatric Soft tissue sarcoma Study Group) NRSTS 2018 Studio prospettico di coorte (osservazionale) con domanda biologica (probabilmente grading vs genomic index/CINSARC); raccolta di materiale biologico su patologie ad oggi orfane; confronto con storico dell’adulto; linee guida di trattamento in appendice PI nazionale: Dr. Andrea Ferrari Pazienti/anno in Italia: 30-40

Neuroblastoma

Neuroblastoma-studio VERITAS
per pazienti con neuroblastoma ad alto rischio resistente alla terapia di I lineaSponsor internazionale: IGR, Parigi (Chair: D. Valteau-Couanet) Sponsor nazionale: Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, PI: Dr. Roberto Luksch N° pazienti in Italia: 35, da arruolare in 5 anni con 7 Centri che arruoleranno in Italia
Neuroblastoma ad alto rischio
secondo studio europeo SIOPEN NBL-HR-02 Sponsor internazionale: IGR, Parigi (Chair: D. Valteau-Couanet) Sponsor nazionale: da definire. Candidature: Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori o Istituto G. Gaslini (o AIEOP), PI: R. Luksch o A. Garaventa N° pazienti in Italia: 250, da arruolare in 5 anni in 18 centri
Sarcoma di Ewing ( localizzato/ metastatico)
Prima opzione: protocollo EuroEWING Sponsor internazionale: GPOH (Chair: U. Dirksen) Sponsor nazionale: ISG, PI: R. Luksch o P. Picci N° pazienti in Italia: 200, da arruolare in 5 anni in 10 centri Seconda opzione: Protocollo ISG+AIEOP/GEIS Sponsor internazionale: ISG Sponsor nazionale: ISG, PI: R. Luksch o P. Picci N° pazienti in Italia: 200, da arruolare in 5 anni in 10 centri

Tumori a cellule germinali (Osservazionale)

Quello che si propone di fare è un “data-base” Europeo (in cui inserire i casi dei precedenti protocolli e così da ottenere una forza numerica notevole per la ricerca di fattori prognostici: lo sforzo è notevole, sia economico, che di linguaggio comune (stadiazioni diverse, terapie diverse). Questo comporterebbe una richiesta di fondi per i meetings previsti per la creazione del DB, la collaborazione con uno statistico, l’inserimento dei dati e l’analisi. Un’altra proposta in fieri è di pensare a un protocollo Europeo per i pazienti alla ricaduta: si tratterebbe di circa 20 pazienti/anno su tutto il territorio italiano. Il PI nazionale per entrambe le opzioni: D.ssa Monica Terenziani.
PROTOCOLLO SIOP UMBRELLA 2016 (oggetto: tumori del rene in età pediatrica) (osservazionale)
Il presente studio si è sviluppato in continuità con i precedenti studi e protocolli SIOP (Société Internationale d’Oncologie Pédiatrique), UKCCSG (United Kingdom Children’s Cancer Study Group), AIEOP (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica) e NWTS/COG (Children’s Oncology Group). La sopravvivenza globale di bambini e adolescenti affetti da tumore di Wilms (TW) è eccellente (> 90%), tuttavia rimangono sottogruppi di pazienti con un alto rischio di recidiva e decesso, ed il 25% dei pazienti guariti sviluppa sequele dei trattamenti a distanza di tempo. Lo scopo principale del presente studio è di ottenere una caratterizzazione molecolare e clinica di un alto numero di tumori del rene pediatrici, per stabilire futuri biomarcatori di queste neoplasie.Data prevista inizio arruolamento: Gennaio 2018Arruolamento annuo: 60-70 casi/anno, PI nazionale Filippo Spreafico La richiesta di finanziamento riguarda aspetti che si rendono necessari per l’organizzazione della logistica sul territorio nazionale per quanto riguarda la centralizzazione del materiale istologico e biologico per gli studi previsti (controllo di qualità del materiale biologico per gli studi; revisione istologica; spedizioni del materiale per gli studi biologici nei laboratori SIOP di riferimento; INT è centro coordinatore per l’Italia).

  • 0€ Raccolti
  • Goal
BY Associazione Bianca Garavaglia

Ricerca preclinica e traslazionale

Appartengono a questa macro-area i progetti che formulano ipotesi di lavoro verificate sperimentalmente in vitro e in vivo, utilizzando anche materiale derivato da pazienticampioni biologici, campioni di tessuto tumorale, cellule. Tali progetti vengono selezionati su base competitiva attraverso un bando gestito direttamente dalla Direzione Scientifica dell’Istituto Nazionale dei Tumori che ne monitora inoltre gli stati di avanzamento. I 5 progetti selezionati appartenenti a questa area di intervento che avranno una durata triennale e saranno oggetto di revisione annuale sulla base di apposita relazione scientifica, riguarderanno i seguenti studi:

  1. Studio genomico ed epigenetico del rabdomiosarcoma del bambino e dell’adolescente per l’identificazione di nuovi bersagli terapeutici
  2. Sviluppo e caratterizzazione di modelli preclinici di sarcomi pediatrici per lo studio di nuovi farmaci e nuove combinazioni terapeutiche
  3. Le biopsie liquide in pazienti affetti da glioma intrinsco diffuso del ponte per lo sviluppo di nuovi biomarcatori non-invasivi
  4. Valutazione dell’eterogeneità intratumorale in tumori embrionali pediatrici e possibili implicazioni per pathways attivati comuni e druggable
  5. Studio delle basi genetiche della variabilità inter-individuale nella risposta, in termini di tossicità ed efficacia, alla chemioterapia e radioterapia nei pazienti pediatrici affetti da osteosarcoma localizzato o medulloblastoma ad alto rischio

  • 0€ Raccolti
  • Goal
BY Associazione Bianca Garavaglia

SOSTIENI QUESTA CAMPAGNA

La tua donazione
Details

Puoi nascondere l'importo della tua donazione, se preferisci che non sia visibile agli altri utenti

I prodotti ordinati dal 18 dicembre in poi saranno spediti a partire dal 7 gennaio 2019, salvo per i ritiri in sede che potranno essere effettuati fino al 21 dicembre. Ignora